PROGETTO TUTOR AZIENDALE

CASE HISTORY: ecco come Tutor Aziendale ha aiutato Maurizio a gestire al meglio la propria attività

Maurizio è l’amministratore delegato di una PMI localizzata nella provincia di Milano. Ha una grande esperienza nel suo ambito, ma la sua azienda sta vivendo un periodo difficile: non solo non produce più utili, ma i debiti iniziano ad accumularsi e Maurizio, che desidera sanare l’azienda per poterla lasciare ai figli tra qualche anno, si rende conto di aver bisogno del supporto di un team competente che lo aiuti a risolvere il problema e scongiurare la crisi dell’impresa.

Maurizio si rivolge a Tutor Aziendale. Durante il primo incontro con il Tutor, racconta la situazione della sua azienda e insieme riescono ad individuare, nel concreto, i problemi su cui lavorare. Maurizio ha poco controllo di gestione: ha sempre preferito focalizzarsi sulla qualità del prodotto, asset per lui fondamentale, perdendo di vista il coordinamento generale dell’attività. Da qui si è generata una serie di ripercussioni a livello contabile: oltre all’assenza di margini che aveva allarmato Maurizio, l’analisi dei bilanci rivela una cattiva gestione del cash flow, una mancata analisi dei costi ed uno scarso controllo sui fornitori. Dal confronto emerge che anche la gestione del personale può essere migliorabile.

Così, Maurizio decide di affidare al Tutor la gestione strategica dell’azienda. Il Tutor individua e mette insieme un team di professionisti del settore contabile, finanziario e della gestione del personale in grado di dipanare il groviglio di questioni, in modo da non solo riportare l’azienda di Maurizio in bonis scongiurandone il fallimento, ma anche in grado di generare progressivamente nuovi utili.

Grazie all’aiuto del Tutor e del suo team, Maurizio è riuscito ad uscire dalla situazione di crisi, migliorando le performance della propria azienda e ritrovando la passione per il proprio lavoro, senza essere distratto dalle preoccupazioni dettate dall’assenza di gestione e con la certezza di un futuro roseo per sé e per i propri figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *